[wonderplugin_carousel id="1"]
L’abito fa il personaggio
Blog / 27 marzo 2015

Quanto ci rispecchiano i nostri abiti? Siamo maschere nude? Come vestire un personaggio letterario? Ecco i quattro “romanzi fiume” proposti dalla casa editrice SuiGeneris su cui si sono esercitate le ragazze della sezione moda dell’ISS Dalla Chiesa di Caltagirone. 1  Il signore veste ricercato. Quest’uomo è estremamente vanitoso, ama essere guardato, essere notato per ciò che indossa. Non pensate ai suoi capi come a qualcosa di eccentrico, estremo. In una folla lui non risalta subito all’occhio. L’uomo conosce la moderazione, osa raramente e poco, la differenza sa sono i dettagli. Odia i prodotti della catena tayloristica, immaginare di avere indosso qualcosa di ripetuto sotto i ferri delle macchine. Detesta l’idea di essere in serie. Compra perciò quei vestiti che sa essere pezzi unici o rari. Adora andare dal sarto, sentire che il metro scivola sulle sue braccia e figurarsi come l’abito confezionato gli calzerà a pennello.   2 Costui è un supereroe. Ha bisogno di un costume il più comodo e funzionale possibile. Il suo aiutante ha ideato per lui una tuta favolosa. Il tessuto è fatto in modo da resistere a qualsiasi temperatura. Il supereroe può infatti raggiungere con il suo corpo sia 300° centigradi sia -20° centigradi. I…